RECENT POSTS

Soluzioni in 3D Printing mood... e non solo ;-)!

E’ ormai assodato che la garanzia di qualità nel 2019 deve guardare a soluzioni  smart per fronteggiare l’aumento nella complessità delle produzioni e il bisogno di velocità . Ancora di più – a monte – rispondere ad una esigenza sempre più marcata di rassicurazioni sulla “bontà” del prodotto.

In quest’ottica ci interroghiamo quotidianamente per cercare di dare risposte pronte e prodotti conformi alle aspettative in termini di sicurezza, qualità e predicibilità … anche dove, per ragioni di natura intrinseca ad alcuni tipi di produzione, in apparenza non si sarebbe in grado di andare oltre ad un risultato non sempre garantibile.

I limiti  però sono spesso superabili e talvolta lo diventano grazie ad un’intuizione veloce che poi si rivela essere vincente!

In New Ancorvis capitano spesso di queste scintille ed il nostro certificato di accuratezza delle produzioni derivanti dall’utilizzo della tecnologia Cad Cam coniugata alla tecnica 3D printing ne è un esempio lampante.

La lacuna da colmare in questo genere di produzione è la non sempre rispondenza del prodotto finale alla struttura richiesta dal cliente in fase di ordine.

Tutte queste lavorazioni con tecnica di stampa 3D sono sottoposte per loro natura ad un ciclo produttivo e ad un processo di  stabilizzazione che le può alterare a livello dimensionale…

Abbiamo dunque pensato e poi analizzato e poi testato più e più volte un iter di collaudo che presuppone la sovrapposizione del file d'origine con la scansione del dispositivo realizzato in ambiente software validato e dedicato.

Funziona! e addirittura supera le criticità già presenti negli steps produttivi analogici.

Su ogni modello realizzato viene effettuata una scansione ad alta precisione. La scansione così ottenuta viene confrontata in maniera analitica con il file sorgente - sia esso progettato da New Ancorvis o direttamente dal cliente e  solo le produzioni validate dal nostro ufficio collaudo e rientranti nei nostri margini di tolleranza vengono inviate al cliente con il certificato di accuratezza allegato che ne comprova appunto l’accuratezza di esecuzione.

Con un certo orgoglio siamo i primi fra tutti ad effettuare e certificare l'iter di collaudo collegato alle produzioni da stampa 3D di modelli e dime chirurgiche e –di  più! - i primi ad estenderlo anche alle  produzioni di arcate complete ottenute con tecnica di fresatura in zirconia e selective laser melting.

 ll ciclo di collaudo si svolge anche in questo caso con la stessa modalità precedentemente descritta e risolve criticità collegate al processo di sinterizzazione anch’esso impattante sull’aspetto dimensionale delle strutture.

Da un problema una scintilla e poi una soluzione, che si ripete come in un flusso circolare.

Ed ecco che in questo contesto ci si è accorti di avere la possibilità di superare un’urgenza legata all’accuratezza di produzione dei monconi sfilabili ottenuti per stampa 3D, al fine di garantire non solo la precisione del modello ma anche la corretta esecuzione del moncone, elemento chiave e cruciale per testare il fitting e il perfetto accoppiamento della lavorazione .

Siamo partiti dal farci delle domande …( tante eh !) e alla fine con il darci una risposta univoca che ci porta a garantire la corretta realizzazione di questi articoli grazie all’utilizzo di una tecnologia avanzata di tastatura ad onde radio che serve a rilevare le discrepanze che si possono verificare in fase di stampa e a processare solo quanto rientrante all’interno dei nostri parametri di tolleranza.

Il work-flow è di certo più articolato  e complesso .. ma questo amici nostri è pur sempre un blog;-)